Il primo di aprile è appena passato, il tempo degli scherzi è finito. 

Da Brindisisettenews

La foto, infatti, non è un falso per allungare il giorno delle burle ma la vera verità: qualcuno, a Francavilla Fontana, al passaggio della Google car, l’automobile usata da Google per mappare le città e caricarle sul suo strumento multimediale “Street view”, si è calato le braghe, in piazza Giovanni XXIII, di fronte alla basilica, pieno centro storico della città, mostrando il deretano a tutto il mondo o, almeno, a tutti gli utenti di “Street view” che hanno visitato virtualmente Francavilla. 

Non è dato sapere se il burlone sapesse del passaggio della Google car o se il tutto sia stato il frutto dell’ispirazione di un attimo fugace. L’auto della compagnia americana non passa inosservata: sul tettuccio c’è una specie di grossa antenna alla cui estremità è installata una telecamera che riprende le strade di tutte le città del mondo per trasformarle, poi, in mappe virtuali, navigabili a colpi di click dalla scrivania di casa. 

È facile, quindi, che l’anonimo burlone abbia raccolto e fatto sua la massima dell’indimenticato Philip Noiret, alias il Perozzi di Amici Miei: “Cos’è il genio? È fantasia, intuizione, decisione e velocità d’esecuzione”. Chapeau.

(foto: www.lostrillonenews.it)



(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});